Archivi tag: cinzia cichellero

Ricomincia dalle cose belle

Ricomincia. Ricomincia dalle cose belle, perché solo nelle cose belle potrai trovare la forza per affrontare le difficoltà, per liberarti dalla spazzatura, cioè le cose brutte.

Ricomincia e non arrenderti, trova il coraggio di voltare pagina o addirittura d’iniziare a scrivere un quaderno nuovo. Solo così protrai leggere chi sei, e misurare la forza che possiedi.

Scrivi i tuoi desideri, quelli che non hai mai osato realizzare. Sono quelli che contengono l’energia per renderti un essere migliore di ieri, più felice oggi, bellissimo domani.

Impara a neutralizzare i sabotatori, sia i tuoi, sia quelli esteriori. Osservali, riconoscili, e lasciali andare. È molto importante.

Forse non hai mai provato prima. Iniziare non è mai troppo tardi.

Ti accorgerai che non esiste modo migliore per rendere la vita libera da tutto ciò che ti appesantisce.

Il mondo continuerà a girare.

Come partecipi a questa danza fa la differenza.

Sarà la sorpresa che non ti aspettavi di possedere.

Contatti

amoreebeatitudine.com

Quando la famiglia perde la chiave del rispetto e dell’amore

È passato anche San Valentino, l’abbiamo vissuto di domenica, ci ha offerto un’occasione in più per riflettere sulla vita presente o assente di coppia. Molti l’hanno trascorso nella felicità e nel godimento del rapporto, molti l’hanno vissuto con la delusione nel cuore di essere ancora soli.

Che cosa sta accadendo alle persone? Perché le persone non si amano più?

Perché non riescono a trovare il desiderio e la forza di condividere la vita insieme?

Proviamo a sorvolare il passato recente, al periodo in cui nella società è nata la necessità di promuovere una nuova legge, bypassando tutti i dogmi. La legge del divorzio. È un argomento delicatissimo, una ferita profondissima, possiamo dire indelebile.

Erano anni dove il benessere iniziava ad aumentare sempre più nelle famiglie, cioè iniziava a esserci una maggior liquidità finanziaria, un miglioramento della qualità della vita, il potenziale d’acquisto si espandeva a un numero sempre maggiore di persone, finalmente le famiglie potevano permettersi una vacanza, insomma il benessere si stava mostrando. Nonostante tutto questo, la felicità e l’amore nelle famiglie non aumentava.

Allora la forza di volontà dell’umanità ha reso possibile la realizzazione dell’attuazione della legge sul divorzio. L’apertura delle porte è stata simultanea, i coniugi che non si sopportavano più erano già pronti a fare i conti, a dividere ciò che è “mio”… e a te niente, perché bisogna ottenere il massimo di fronte ad un fallimento. Nel frattempo anche i figli hanno vissuto questi conflitti, conservano anch’essi il ricordo di questi eventi, vissuti nella vergogna familiare, perché negli anni ‘70/’80 il divorzio era visto come un vero e proprio fallimento rivolto a tutti gli elementi della famiglia, figli compresi.  Oggi tale avvenimento è diventato routine, non stupisce quasi nessuno, è quasi una normalità.

Questa non vuole essere una critica alla legge sul divorzio, non vuole proprio essere così, anzi, diciamolo chiaramente, in molte famiglie è stata una vera e propria salvezza, la fine di un teatro degli orrori che è durato fin troppo. Un male che non meriterebbe di esistere. Quando la famiglia perde la chiave del rispetto e dell’amore, il divorzio sembra diventare l’unica via di salvezza.

Ci sarebbe molto da scrivere, perché di esperienze vissute ce ne sono veramente molte, ma il vero scopo di queste righe non è ritornare al passato per ricordare e soffrire nuovamente, il vero scopo è chiedersi perché le famiglie non riescono a rimanere unite, perché non c’è Amore?

Alla base di un rapporto cosa c’è che non funziona?

Perché Tutto diventa irreparabile.

L’unica soluzione che riesce ad emerge è: dividere.

È facile dividere i soldi, la proprietà di una casa, non c’è bisogno di una laurea, ma dividere i sentimenti di un legame vissuto è impossibile. Non si divide nulla nei sentimenti. A ognuno rimangono i propri sentimenti vissuti durante il rapporto di convivenza. A ciascuno i propri ricordi e nessuna esperienza è uguale tra gli individui. Ciascuno ha raccolto ciò che doveva o poteva. Qui possiamo già dire che ogni giudizio esterno è puramente inutile, perché non si possono giudicare le esperienze degli altri, ma solo le proprie.

Quando si giunge alla fine, dove il baccano burocratico e i traslochi finiscono, rimane il vuoto, l’eco dei ricordi, il dolore interiore di una ferita incolmabile per tutti i membri della famiglia. Ognuno vive come meglio può.

C’è chi piange affranto dai sensi di colpa, nell’abbandono, c’è chi è pronto a sotterrare tutto in un battibaleno per dimenticare e non sentire più nessuna parola del passato, oppure con variabili che ci possono veramente stupire. Ma torniamo al punto fondamentale, al motivo nel quale ci troviamo a parlare di separazioni all’interno della famiglia. L’istituzione del divorzio sembrava una panacea, una soluzione valida per rimediare gli errori delle unioni sbagliate, ma questa è solo una visione superficiale. Quando invece entriamo nella profondità dell’argomento, bypassando anche la tempesta familiare, possiamo scorgere che nella profondità di ogni legame le radici erano già morte, o stavano per morire. Che cosa significa questo? Che nell’unione delle persone non c’erano né fertilità, né radicamento nell’Amore. Che cosa può nascere in un rapporto già arido?

Gran poco, pochi frutti, troppo pochi per alimentare la vita di un rapporto. Questo è l’orientamento proficuo per osservare le cause di un fallimento nel rapporto di coppia. Si osservano le radici e via via si sale per osservare se la pianta del rapporto ha vissuto nella luce del sole, diretta o indiretta, oppure è rimasta nell’ombra volutamente o per distrazione, la causa di sofferenza e distruzione. Invece cosa accade… non si vuole entrare nella profondità interiore del rapporto, meno che meno nella profondità di se stessi. Si rimane in superficie, nell’osservazione critica delle colpe, cioè nel piano della distruzione, in ciò che è già distrutto. Si recrimina per anni o forse addirittura per tutta la vita, senza mai trovare pace. L’ottenimento non è un risultato, non sposta l’ago della bilancia nell’equilibrio, perché non si risolve e non si comprende, si procede nell’aumento del disequilibrio interiore. Aumenta il peso della rabbia, il rancore e la frustrazione. Di certo non è la via per liberarsi dalla sofferenza.

Si evince che la soluzione proposta dalla società non ha reso l’individuo libero, bensì lo ha reso ancor più schiavo dei suoi stessi errori, perché nella capacità di ignorare, egli stesso produce nuovo malessere, sotterrandolo e nascondendolo senza libretto delle istruzioni, senza leggere i segreti degli effetti collaterali.

Non siamo qui a recriminare, siamo qui per risolvere e correggere ogni cosa che sentiamo in noi stessi come un male da risolvere, non da masticare in continuazione. La collettività si affida alle leggi dell’uomo, si avvale di esse senza porsi prima la domanda se è giusto o sbagliato, senza chiedersi se esistono altre vie naturali e sane per noi stessi.

Il compito di conoscersi interiormente è immenso. Alcuni credono che un breve periodo di dedizione sia sufficiente, altri scoprono da soli che non è così. Scoprono che le radici di se stessi sono solo dei piccoli filamenti, il grosso del contenuto, della forza, della potenza è ben più grande, perché è contenuto nel Sé, nell’interiorità spirituale.  Provate a immaginare a un immenso server che registra tutto, ogni pensiero, emozione, azione. Un server che non si perde nemmeno una virgola di ciò che siamo, e non è mai in ritardo nel manifestarsi come correttore o ripetitore di ciò che dobbiamo comprendere. È proprio nel server di noi stessi, dove dobbiamo entrare a esplorare e a conoscere in profondità, anche perché nella superficie non si possono vedere le cose chiaramente. Nella profondità ogni riflesso sparisce.

La vita è complessa quando è vissuta col “bastone”, sa essere molto pesante e dolorosa, ma se si trova il coraggio di conoscere se stessi, seguendo i consigli della “carota”, finalmente si può comprendere la vita in ogni aspetto, si può imparare a correggere gli errori, perché la vita terrena è un banco di scuola, sempre aperta a tutte le ripetizioni, a tutti i ripetenti finché s’impara a conoscere se stessi.

contatti

amoreebeatitudine.com

Quando tutto sembra andare storto, quando non capisci dove ti sta portando la vita

Quando tutto sembra andare storto, quando non capisci dove ti sta portando la vita, quando soffri e non vedi via d’uscita, chiedi semplicemente Dio nel Cuore. Tre semplici parole. Senza preoccuparti di altro. Ascolta il cuore. Subito non sentirai, subito non capirai, tu non preoccuparti. Ci sarà un momento in cui sentirai che lo stato della tua presenza è migliorato. Allora il calore nel cuore sarà più caldo, sarà più forte, sarà più grande. Sarà immenso. Non avrai bisogno di chiederti cosa è successo. Avrai già capito che è tutto ok. Dio è sempre con te. Non ti ha mai abbandonato e mai lo farà. Questo è il regalo che tanto aspettavi. Ascolta il Cuore. Vivi nel Cuore. Ogni giorno. Sii felice con il Cuore.

La fiducia in se stessi è un vero successo

Credere di poter risolvere tutti i problemi, le mancanze, il vuoto della solitudine creati da forze esteriori ed interiori è necessario formulare in se stessi una forza straordinaria, capace di Essere forte, piena di Amore e Intelligenza per superare ogni ostacolo.

La ricetta non è un segreto. È la Volontà, l’Amore e l’Intelligenza.

Quando viene a mancare anche solo un’ingrediente di queste forze, il successo nella riuscita non può esserci. Ogni istante è una svolta, una nuova opportunità per crescere e conoscere se stessi, per compiere quel famoso sacrificio che manifesta il miracolo delle soluzioni e delle guarigioni. Essere atei significa negare tutto, anche se stessi. Ma allora la vita non avrebbe nessuno significato. Che senso avrebbe compiere tante fatiche quotidiane? La vita deve essere compresa in ogni sfaccettatura. Imprimere nel Cuore il Bene Assoluto, sintetizzato nella volontà, amore e intelligenza è la soddisfazione integrale per riuscire a Essere persone migliori, per regalare anche in questa fastidiosa situazione un regalo ricco di Amore, di forza e di coraggio anche a coloro che sono maggiormente in difficoltà, o sono maggiormente arrabbiati e confusi. Stravolgere il proprio egoismo per insegnargli ad essere generoso non solo a noi stessi ma anche agli altri è un altro regalo che possiamo donare a tutti, anche a coloro che non conosciamo direttamente.

Anche loro meritano di essere felici e se anche tutto sembra andare al rovescio, possiamo essere in grado di offrire un sorriso, un raggio di sole anche a chi il sole non riesce più a vederlo.

L’armonia del Natale non si disperde, non svanisce di fronte agli ostacoli. Perché? La forza dell’Amore è impressa nell’Universo. Chi mai sarebbe in grado di eliminarla? Proprio nessuno! Allora capire che nulla è impossibile, che tutto il Bene Assoluto può aiutare noi stessi e gli altri ha già iniziato a svolgere il suo compito. La fiducia è alleata dell’Amore, è intelligenza piena di coraggio. Sono tutti elementi che già possediamo. Conoscere se stessi non è difficile. Comprendere che le difficoltà sono atti di coraggio, sono prove che ci insegnano a Essere persone migliori, sarà per molti la svolta evolutiva per comprendere che la vita non è un’imposizione, ma una vera scelta indiscutibile che nessuno se lo desideriamo, potrà mai essere stravolta da nessun evento, da nessuna condizione negativa. Vivere nel cuore significa vivere nel Sole, dove l’ombra nonostante le sue elucubrazioni non ha mai la forza di spegnere l’energia della Luce.

Equilibrio e Amore nell’Albero Familiare – Corso Online

conduce Cinzia Cichellero

  • liberarsi dalla conflittualità tra genitori e figli
  • liberarsi dalla conflittualità tra fratelli e sorelle
  • diventare strumenti evolutivi nella crescita consapevole della famiglia
  • aumentare la qualità del rispetto familiare
  • liberarsi da tutte le falsità familiari,
  • riconoscere le verità familiari come strumento di guarigione
  • liberarsi dalla vergogna generata dai figli verso i genitori, dal culto della denigrazione, dal senso di inferiorità familiare, liberarsi dai limiti individuali
  • liberarsi dall’eredità dell’ignoranza familiare
  • maturare la riconoscenza e la gratitudine verso l’intera famiglia
  • liberarsi dal culto di accusare gli altri, se stessi,
  • riconoscersi Amore e Amore nella famiglia
  • aumentare la capacità di Dare e di Ricevere, di Condividere, senza ricatti, senza rimpianti, nell’Essere Amore Sincero.
  • aumentare la capacità di Sentire, di ascoltare se stessi e gli altri
  • diventare Equilibrio di Amore e Rispetto nella Famiglia

Il corso è proposto in due date, ci si può iscrivere ad ambedue i corsi oppure ad uno solamente.

Martedì 10/11/2020 dalle ore 21:00 alle ore 22:30.

Sabato 14/11/2020 dalle ore 15:00 alle ore 16:30.

L’incontro è online tramite la piattaforma zoom.us, utilizzabile da pc, tablet e smartphone. È possibile partecipare ad un singolo incontro. Il contributo richiesto per un singolo incontro è di 15 euro.

Coloro che partecipano alle 2 date il costo per ambedue sarà di 25 euro, anziché 30 euro.

Per iscriversi per favore scrivete a cinziacichellero@gmail.com, riceverete la conferma di partecipazione e il link per il collegamento online, controlla la casella spam per ogni evenienza. Grazie!

I corsi agiscono con estrema efficacia nella maturazione di potenziali energetici e spirituali. Il metodo favorisce il lavoro individuale per essere svolto in totale autonomia, per ottenere la capacità di essere concretamente attivi nella creazione di soluzioni e guarigioni in ogni aspetto della vita.

Il corso sarà condotto da Cinzia Cichellero 

Cinzia Cichellero – percorsi di meditazione 

Il corso online è organizzato dall’associazione culturale amoreebeatitudine.com

Immensa Beatitudine.

16 Settembre: Pace e Amore nell’Albero Familiare corso esperienziale online

Il corso esperienziale Pace e Amore nell’Albero Familiare è uno splendido aiuto e un gesto prezioso di gratitudine a noi stessi e all’intero albero familiare. Uno strumento evolutivo che esprime la maturazione della conoscenza e della consapevolezza. La qualità del Bene Assoluto. Qualità che guarisce e crea soluzioni nell’intero albero familiare. Il potere e la saggezza della pace e dell’amore fioriscono per migliorare tutti i rapporti.

L’incontro sarà online tramite la piattaforma zoom.us, utilizzabile da pc, tablet e smartphone. Il corso si terrà Mercoledì 16/09/2020 dalle ore 21:00 alle ore 22:30. È possibile partecipare ad un singolo incontro. Il contributo richiesto per l’incontro del 16 Settembre 2020 è di 15 euro. Organizzatrice dell’incontro è Amore e Beatitudine associazione culturale. www.amoreebeatitudine.com

Il corso sarà condotto da Cinzia Cichellero www.cinziacichellero.com    Cinzia Cichellero – percorsi di meditazione 

Pace e Amore nell’Albero Familiare

Gli argomenti di questo corso sono:

  • liberarsi dai sensi di colpa familiari. Il senso di colpa ferisce e non guarisce mai quando rimane abbandonato a se stesso; 
  • liberazione dal culto dell’autoritarismo familiare, cioè valorizzare la libertà di Essere. Pura espressione e condivisione;
  • maturazione dell’Amore per la famiglia; 
  • liberarsi dal passato negativo familiare. Spegnere la sofferenza del passato come l’acqua in un attimo spegne il fuoco. Sarà la scoperta di nuovi potenziali familiari inespressi; 
  • rigenerare l’equilibrio nella sfera familiare, senza manipolazioni, senza forzature. Semplicemente Pace e Amore nella forma originale; 
  • imparare a ringraziare. Noi e la famiglia. Ogni attimo vissuto nella famiglia è un insegnamento. Il ringraziamento e la riconoscenza sono alleati per l’ottenimento di risultati addirittura inaspettati. 

Per iscriversi al corso di Mercoledì 16 settembre 2020dalle ore 21:00 alle ore 22:30 per favore scrivete a cinziacichellero@gmail.com

Immensa felicità

Cinzia

cinziacichellero.com/contatti

La meditazione insegna ad essere nello stato di presenza.

La meditazione insegna ad essere nello stato di presenza, ma non disegnarti l’idea del presente, perché ritorni nei concetti.

Devi provare l’esperienza meditativa dello stato di presenza per capire cosa significa.
Concettualizzare la meditazione è il più facile degli errori.

Credere che sia una tecnica limitata nel tempo, dove fissi un orario d’inizio e di fine è la fine di ogni inizio, di ogni processo di realizzazione.

Impara a meditare per essere sempre nel più bello dei luoghi, nell’Origine di tutte le cose, senza dire “inizio” e “ho finito”.

I tuoi pensieri non conoscono “inizio e fine”, viaggiano ovunque anche quando dormi e tu non conosci quasi mai i luoghi in cui ti trovi.
Cinzia Cichellero

20 Maggio corso online: liberarsi dalla rigidità concettuale

Liberarsi dalla rigidità concettuale può dimostrarsi una vera fortuna, è la prevaricazione dell’aspetto interiore maschile che blocca la libertà di espressione all’aspetto interiore femminile, creativo.

Riuscire ad ottenere questa elasticità favorisce lo sviluppo integrale del potenziale intellettivo, creativo e spirituale. Significa vedersi nella Totalità del nostro Essere, a 360°.  Nuove idee, nuove soluzioni, nuovi talenti, nuove possibilità di ottenere nella vita ciò che veramente si desidera, rispettando le proprie caratteristiche, anzi portandole all’elevazione massima per la loro massima manifestazione.

L’intuito e la creatività trovano nuovi spazi per muoversi, liberi da vincoli karmici, dettati anche dallo schema rigido presente nell’albero genealogico, le proprie capacità si renderanno manifeste, pronte per essere concrete e vive nella propria vita. La conoscenza spirituale che già molti di voi conoscono è sinonimo di completezza, di integrazione di conoscenza, di elevazione energetica psicofisica e spirituale, cioè oltre tutti gli schemi mentali, oltre tutti i concetti nella quale finora si è creduto fosse l’unica chance per vivere qui, ora. Ma l’esperienza a molti ha già dimostrato che la fonte di ogni nuova stupenda esperienza nasce dentro di noi, pronta per essere vissuta quando siamo pronti a volerla scoprire.

Il corso è parte integrante del metodo Meditazione e Illuminazione per la realizzazione integrale dell’individuo attraverso la tecnica meditativa. Si impara a meditare nella profondità interiore, nel vuoto mentale, nell’apertura del cuore, nel benessere del corpo, nella purificazione di pensieri ed emozioni.

Il corso online “Liberarsi dalla rigidità concettuale” si terrà Mercoledì 20 maggio 2020 dalle ore 21:15 alle ore 22:45.

Ci si può iscrivere ad un singolo corso, senza alcun vincolo di abbonamento.

Il contributo richiesto per la partecipazione al singolo corso è di 10 europrezzo promozionale, anziché 35 euro.

Per partecipare per favore scrivimi a cinziacichellero@gmail.com.

Riceverai via mail l’adesione al corso e il link per il collegamento online. Al corso si può partecipare tramite computer, tablet o telefonino.

Quando si integra la meditazione nella vita non la si abbandona più, perché diventa un’amica, un’alleata in ogni istante, ovunque voi siate.

Il corso online è organizzato dall’associazione culturale amoreebeatitudine.com